Cross Country

I nostri corsi di Cross Country:

 

Rivolto a:

Piloti in possesso di attestato AeCi ed assicurazione in corso di validità 

Descrizione:

Corso per i piloti che vogliono cogliere la massima espressione di questo sport, con una buona gestione della vela nel volo in termica e che desiderino migliorare il proprio rendimento nel volo di distanza.

Numero partecipanti:

Minimo 3, massimo 6 piloti. 

Su richiesta si possono organizzare lezioni individuali.

Durata:

1 giorno di verifica del grado di preparazione. 

6 giorni di corso (vengono conteggiate le sole giornate realmente volabili)

Dove:

L'attività addestrativa viene svolta sui percorsi più rinomati e classici per il Crosss Country del centro Italia, scelti in base alle previsioni meteorologiche.

Attrezzatura:

L’attrezzatura di volo utilizzata deve essere accompagnata da omologazione e certificato di revisione qualora abbia superato le 100h di volo.

Vista l’esigenza di immediata interazione tra Istruttore ed allievo, l’uso della radio (VHF o LPD/PMR) fornita di auricolare è obbligatorio.

Organizzazione:

Si inizia con una giornata introduttiva con prova pratica volta alla creazione di gruppi di lavoro di livello tecnico similare. Il corso vero e proprio è costituito da giornate di lavoro "full immersion" (durante i sabati e le domenche, o per l'intero week-end) e si compongono di parti teoriche, pratiche e debriefing. Nelle prove pratiche, anticipate da un pre-briefing in decollo, i partecipanti vengono organizzati in gruppi di lavoro, ciascuno dei quali seguito da un Istruttore. A termine volo segue da un debriefing. In generale, il corso si propone di essere il più pratico possibile. Le giornate di corso saranno confermate solo in presenza di giornate volabili al di sopra del 70% di probabilità metereologica. Ciascun giovedì precedente al week-end viene data conferma o meno dello svolgimento delle giornate di corso e si definisce l’area di volo in base alle condizioni meteorologiche previste.

Il programma teorico sarà svolto al di fuori degli orari volabili (la mattina ed il tardo pomeriggio).
Il programma pratico si svolge nei migliori siti di volo dell’Appennino Centrale (Norma di Latina, Poggio Bustone, Subasio, Gran Sasso, Tocco da Casauria, Matese, etc.).
Nel corso si fa pieno uso della tecnologia disponibile. E' fortemente consigliato l'uso di strumento GPS. Infatti, CompeGPS e Google Earth saranno usati per esaminare in dettaglio le tracce GPS dei partecipanti che saranno scaricate ad ogni debriefing.

In ogni caso  l’attività didattica di cui sopra viene svolta con gradualità, personalizzando l'addestramento secondo le esigenze degli allievi, con la finalità di perseguire gli obiettivi didattici. 

Giornata introduttiva:prove pratiche selettive

Teoria:

  • Preparazione alla giornata di cross
  • Abbigliamento
  • Accessori
  • Uso della Radio 
  • Norme comportamentali
  • Alimentazione 

Breafing pre-volo

Pratica:

  • Verifica equipaggiamento di volo
  • Tecnica di decollo e decollo di gruppo
  • Giornata di volo in termica e piccoli spostamenti (in gruppo da 5)
  • Top landing

De-breafing 

1°-2° giornata–Volo in Termica

Teoria: 

  • Basi di Meteorologia
  • Come, dove e quale termica trovare
  • Termica di gruppo
  • Scelta dell’atterraggio d’emergenza

Breafing pre-volo

Pratica: 

  • Termicare
  • Termicare in gruppo
  • Test di planata: capire il limite d’efficienza
  • Raggiungere la 2a e 3a termica: i traversi
  • Atterraggio di precisione

De-breafing

3°-4° giornata–Primi Cross

Teoria:

  • Le brezze di pendio e di valle, venti termici
  • Valutazione e Pianificazione meteo della giornata di Cross
  • Pianificazione del Cross (leggere il territorio e scelta del percorso)
  • I Traversi e Scelte in volo
  • Lettura della meteo in volo
  • Uso del GPS 
  • Analisi meteo e tecnica della giornata di Cross trascorsa

Pratica: 

  • Piccole triangolazioni
  • Scelta delle linee di traverso
  • Velocizzare il Cross (le termiche inutili)
  • Discesa rapida

 De-breafing

5°-6° giornata–Cross impegnativi

Teoria:

  • Strategie per Cross (distanza/triangoli)
  • Speed to fly
  • Uso strumenti integrati
  • Strumenti di live tracking
  • Gestione situazioni emergenza 

Pratica: 

  • Triangolazioni impegnative (>40km; Fai e non)
  • Andata a meta (ricerca della max distanza; >50km)

De-breafing

 

Normativa:

Il corso è aggiornato e disciplinato dalle seguenti normative:

• Legge 106 del 25 marzo 1985; 


• Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Decreto 22 novembre 2010 Caratteristiche degli apparecchi per il volo da diporto o sportivo di cui all'allegato tecnico alla legge 25 marzo 1985, n. 106; 


• Decreto del Presidente della Repubblica del 9 Luglio 2010 n° 133; 


• Regolamento Tecnico-Operativo-Didattico AeCI per il Volo da Diporto o Sportivo con apparecchi privi di motore (VDS/VL) approvato dal Ministro delle Inftrastrutture e Traporti con decreto prot. 247 del 15 luglio 2015

SIV (Simulazione Inconvenienti Volo)

 

I nostri corsi S.I.V.:

 

Rivolto a:

Piloti in possesso di attestato AeCi ed assicurazione in corso di validità 

Descrizione:

Corso avanzato per piloti interessati a comprendere i comportamenti della propria attrezzatura nelle configurazioni inusuali dell’ala, necessario per migliorare la sensibilità di pilotaggio ed apprendere la corretta gestione del mezzo in ogni situazione e condizione di volo, che accompagna il pilota fino ad apprendere i rudimenti del volo acrobatico e provare l'esperienza del lancio dell'emergenza. Un corso indispensabile nel bagaglio di conoscienze di qualsiasi pilota. Se ne consiglia vivamente la partecipazione anche con ricorrenza annuale per poter irrobustire il proprio livello di consapevolezza e sicurezza di volo.

Numero minimo partecipanti:

6 piloti.

Durata:

3 giorni  (venerdi, sabato, domenica)

Dove:

L'attività addestrativa viene svolta su specchio d'acqua di adeguate dimensioni e spesso utilizziamo la collaudatissima Malcesine, sul Lago di Garda.

Attrezzatura:

L’attrezzatura di volo utilizzata deve essere accompagnata da omologazione e certificato di revisione qualora abbia superato le 100h di volo.

Vista l’esigenza di immediata interazione tra Istruttore ed allievo, l’uso della radio (VHF o LPD/PMR) fornita di auricolare è obbligatorio.

Programma:

Il corso si compone di una parte didattica (spiegazioni delle manovre anche attraverso supporti audiovisivi) ed una pratica (preparazione e controllo materiali; volo radio-guidato con pre e post-briefing). Il corso propone due livelli di addestramento, sia basico che intermedio, a seconda del livello dell’allievo partecipante.

S.I.V. I° Livello (Basico):

  • Tecniche di discesa rapida: orecchie con acceleratore - grandi orecchie con acceleratore - cenno di spirale con uscita controllata.
  • Sensibilità di pilotaggio: beccheggio sul pendolo (lieve) - inversioni di rollio in asse - pilotaggio a bassa velocità.
  • Assetti inusuali: asimmetrica non trattenuta e controllata (non accelerata) - asimmetrica non trattenuta e non controllata (non accelerata) - asimmetrica trattenuta e controllata (non accelerata) - chiusura frontale (non accelerata).
  • Lancio del paracadute di soccorso (vivamente consigliato)

 

S.I.V. II° Livello (Intermedio):

  • Tutte le manovre del SIV basico, più:
  • Tecniche di discesa rapida: stallo di B - spirale controllata.
  • Sensibilità di pilotaggio: beccheggio sul pendolo (ampio) - wing over (fino a 90°) - avvicinamento allo stallo simmetrico - avvicinamento allo stallo asimmetrico.
  • Assetti inusuali: asimmetrica non trattenuta e controllata (parzialmente accelerata) - asimmetrica non trattenuta e non controllata (parzialmente accelerata) - asimmetrica trattenuta e controllata (parzialmente accelerata) - chiusura frontale (parzialmente accelerata).
  • Lancio del paracadute di soccorso (vivamente consigliato)
  • In ogni caso  l’attività didattica di cui sopra viene svolta con gradualità, personalizzando l'addestramento secondo le esigenze degli allievi, con la finalità di perseguire gli obiettivi didattici. 

In ogni caso  l’attività didattica di cui sopra viene svolta con gradualità, personalizzando l'addestramento secondo le esigenze degli allievi, con la finalità di perseguire gli obiettivi didattici. 

Ai partecipanti vengono forniti:

  • imbarcazione a motore di appoggio; 
  • video in HD delle prove effettuate in acqua; 
  • telecamera on-board da tenere al piede durante il volo;
  • salvagente ad apertura al contatto dell'acqua.
  • sacchetti a tenuta stagna per l'impermeabilizzazione delle radio.

Normativa:

Il corso è aggiornato e disciplinato dalle seguenti normative:

• Legge 106 del 25 marzo 1985; 


• Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Decreto 22 novembre 2010 Caratteristiche degli apparecchi per il volo da diporto o sportivo di cui all'allegato tecnico alla legge 25 marzo 1985, n. 106; 


• Decreto del Presidente della Repubblica del 9 Luglio 2010 n° 133; 


• Regolamento Tecnico-Operativo-Didattico AeCI per il Volo da Diporto o Sportivo con apparecchi privi di motore (VDS/VL) approvato dal Ministro delle Inftrastrutture e Trasporti con decreto prot. 247 del 15 luglio 2015.
 

Abilitazione al Trasporto di Passeggero (Biposto)

Rivolto a:

Piloti in possesso di attestato AeCi da almeno un anno, della certificazione al 2° livello o intermedio  S.I.V., assicurazione in corso di validità e con grande esperienza di volo ed indiscusse capacità tecniche e psichiche nel pilotaggio del singolo.

Descrizione:

Corso per i piloti che vogliono condividere l'attività e la magia del volo con il propri amici.

Numero partecipanti:

1 pilota

Durata:

4-8 mesi

Dove:

L'attività addestrativa viene svolta in aula e sui nostri decolli.

Attrezzatura:

L’attrezzatura di volo utilizzata deve essere accompagnata da omologazione e certificato di revisione qualora abbia superato le 100h di volo. Le selle devono essere scecifiche per il volo in biposto così come il paracadute di soccorso.

Programma corso:

ATTIVITA' TEORICA:

Nr. 5 h d’insegnamento teorico delle seguenti materie così suddivise

  • 1 h normativa e regimi assicurativi relativi al biposto, in particolare la responsabilità nella conduzione del mezzo biposto;
  • 1h, sicurezza del volo in biposto con tutti gli elementi che concorrono alla sicurezza, come valutazioni pre-decollo, regolazione e controllo imbraco passeggero, abbigliamento personale del passeggero, aggancio in sequenza prima del pilota e poi del passeggero all’ala, condotta del mezzo in turbolenza e nel caso di configurazioni inusuali, omologazione del biposto, ecc.;
  • 2h, attrezzatura biposto;
  • 1h, aspetti di comunicazione con il passeggero, in funzione dell’esperienza di volo dello stesso: il briefing pre e post volo, il piano di volo in funzione del passeggero, la necessità di saper intuire durante il volo lo stato emotivo del passeggero dandogli, se necessarie, spiegazioni dettagliate su quanto si sta facendo o si sta per fare;

ATTIVITA' PRATICA:

Per la presentazione degli allievi all’esame devono trascorrere almeno 4 mesi dall’inserimento nel corso;

  • non meno di 30 ore complessive dell’allievo come responsabile ai comandi del mezzo della classe per la quale si richiede l’abilitazione al trasporto del passeggero. A discrezione della Scuola, potranno essere considerate come ore d’addestramento già effettuate, quelle trascritte sul libretto di volo e riferite a corsi di perfezionamento.
  • non meno di 2 voli in biposto dell’allievo come passeggero con l’istruttore ai comandi;
  • non meno di 10 voli in biposto dell’allievo ai comandi di cui almeno 3 con l’istruttore, gli altri possono essere effettuati con pilota abilitato al biposto purché inserito nel modello ST della scuola in qualità di aiutante.
  • La scuola dovrà svolgere attività didattica in biposto con gradualità e laddove necessario personalizzando l’addestramento secondo le esigenze degli allievi, con la finalità di perseguire gli obiettivi didattici standardizzati di seguito elencati. 

Normativa:

Il corso è aggiornato e disciplinato dalle seguenti normative:

• Legge 106 del 25 marzo 1985; 


• Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Decreto 22 novembre 2010 Caratteristiche degli apparecchi per il volo da diporto o sportivo di cui all'allegato tecnico alla legge 25 marzo 1985, n. 106; 


• Decreto del Presidente della Repubblica del 9 Luglio 2010 n° 133; 


• Regolamento Tecnico-Operativo-Didattico AeCI per il Volo da Diporto o Sportivo con apparecchi privi di motore (VDS/VL) approvato dal Ministro delle Inftrastrutture e Trasporti con decreto prot. 247 del 15 luglio 2015.
 

Per coloro che vogliono condividere l'attività e la magia del volo con il propri amici!

DURATA:
A seconda dell’abilità e preparazione del pilota

CONSIGLIATO A:

Piloti in possesso di brevetto AeCi da almeno un anno, tessera Fivl ed assicurazione personale RTC in corso di validità, con grande esperienza di volo ed indiscusse capacità tecniche e psichiche nel pilotaggio del singolo.

NUMERO MINIMO:

1 pilota 

PROGRAMMA:

Attività pratica:

Non meno di 30 ore complessive dell’allievo come responsabile ai comandi del biposto. A discrezione della Scuola, potranno essere considerate come ore d’addestramento già effettuate, quelle trascritte sul libretto di volo e riferite a corsi di perfezionamento.

Non meno di 2 voli in biposto dell’allievo come passeggero con l’istruttore ai comandi

Non meno di 10 voli in biposto dell’allievo ai comandi di cui almeno 3 con l’istruttore, gli altri possono essere effettuati con pilota abilitato al biposto purché dello staff della SCUOLA.

L’ attività didattica in biposto viene svolta con gradualità e laddove necessario personalizzando l’addestramento secondo le esigenze dell’ allievo, con la finalità di perseguire gli obiettivi didattici.

Attività teorica :

5 h d’insegnamento teorico delle seguenti materie così suddivise:

1 h normativa e regimi assicurativi relativi al biposto, in particolare la responsabilità nella conduzione del mezzo biposto;

1 h sicurezza del volo in biposto con tutti gli elementi che concorrono alla sicurezza, come valutazioni pre-decollo, regolazione e controllo imbrago passeggero, abbigliamento personale del passeggero, aggancio in sequenza prima del pilota e poi del passeggero all’ala, condotta del mezzo in turbolenza e nel caso di configurazioni inusuali, omologazione del biposto, ecc.;

2h, attrezzatura biposto;

1h, aspetti di comunicazione con il passeggero, in funzione dell’esperienza di volo dello stesso: il briefing pre e post volo, il piano di volo in funzione del passeggero, la necessità di saper intuire durante il volo lo stato emotivo del passeggero dandogli, se necessarie, spiegazioni dettagliate su quanto si sta facendo o si sta per fareAl termine dell’addestramento per il conseguimento dell’abilitazione al trasporto del passeggero, il candidato dovrà essere in grado di svolgere in sicurezza ed autonomia l’attività di volo prevista dagli attuali standard di esame per il conseguimento della relativa abilitazione nelle seguenti condizioni ambientali :in condizioni meteorologiche adatte al volo con il passeggero non abituato al volo;

in un sito il cui l’atterraggio risulti desueto e/o di dimensioni ridotte;

Termica

I nostri corsi di termica:

Rivolto a:

Piloti in possesso di attestato AeCi ed assicurazione in corso di validità 

Descrizione:

Il miglior pilota è quello che trova la migliore “Termica”, che la riesce a sfruttare con maggior profitto e sale più velocemente. Il corso ha come obiettivo principale il miglioramento della sensibilità nel pilotaggio mirato alla più corretta conduzione del volo in attività termica anche sostenuta, al controllo della vela in turbolenza per affrontare qualsiasi ascendenza con il miglior rateo di salita in condizione di massima sicurezza.

Numero partecipanti:

Minimo 3, massimo 6 piloti.

Su richiesta si possono organizzare lezioni individuali.

Durata:

1 giorno di verifica del grado di preparazione.

6 giorni di corso (vengono conteggiate le sole giornate realmente volabili)

Dove:

L'attività addestrativa viene svolta in aula e sui campi di volo scelti in base alle previsioni meteorologiche.

Attrezzatura:

L’attrezzatura di volo utilizzata deve essere accompagnata da omologazione e certificato di revisione qualora abbia superato le 100h di volo.

Vista l’esigenza di immediata interazione tra Istruttore ed allievo, l’uso della radio (VHF o LPD/PMR) fornita di auricolare è obbligatorio.

Organizzazione:

Si inizia con una giornata introduttiva con prova pratica volta alla creazione di gruppi di lavoro di livello tecnico similare. A seconda del livello tecnico dei gruppi di lavoro si affonteranno condizioni di termica più o meno forte (Corso Termica Basico o Avanzato). Il corso vero e proprio è costituito da 6 giornate di lavoro (durante i sabati e le domeniche, o per l'intero week-end) “full immersion” e si compongono di parti teoriche, pratiche. Nelle prove pratiche, anticipate da un pre-breafing in decollo, i partecipanti vengono organizzati in gruppi di lavoro, ciascuno dei quali seguito da un Istruttore per il compimento di specifici esercizi. Al termine del volo segue un de-breafing di analisi della giornata. In generale, il corso si propone di essere il più pratico possibile. Le giornate di corso saranno confermate solo in presenza di giornate volabili al di sopra del 70% di probabilità meteorologica. Ciascun giovedì precedente al week-end viene data conferma o meno dello svolgimento delle giornate di corso e si definisce l’area di volo in base alle condizioni meteorologiche previste. Vengono conteggiate come giornate di corso solo quelle in cui è possibile il pieno svolgimento della prova pratica.

In ogni caso  l’attività didattica di cui sopra viene svolta con gradualità, personalizzando l'addestramento secondo le esigenze degli allievi, con la finalità di perseguire gli obiettivi didattici. 

Programma:

Giornata introduttiva-Prove Pratiche Selettive

Teoria:

  • Preparazione alla giornata di volo
  • Abbigliamento
  • Accessori
  • Uso della Radio 
  • Norme comportamentali

Breafing pre-volo

Pratica: 

  • Verifica equipaggiamento di volo
  • Tecnica di decollo
  • Giornata di volo in termica e piccoli spostamenti (in gruppo da 4 a 6)
  • Uso del Biposto in termica
  • Top landing

De-briefing

1°-2° giornata–Termica in Singolo

Teoria: 

  • Basi di Meteorologia
  • Come, dove e quale termica trovare
  • Termica in singolo

Breafing pre-volo:

Pratica: 

  • Termicare
  • Atterraggio di precisione
  • Discesa rapida
  • Termica in biposto

De-briefing

3°-4° giornata–Termica di gruppo

Teoria: 

  • Basi di Meteorologia
  • Come, dove e quale termica trovare
  • Termica di gruppo
  • Valutazione meteo della giornata di volo 

Breafing pre-volo:

Pratica: 

  • Termicare in gruppo
  • Termica in biposto

De-briefing

5°-6° giornata–Termica impegnativa

Teoria: 

  • Le brezze di pendio e di valle, venti termici
  • Lettura della meteo in volo

Pratica: 

  • Termica difficile
  • Raggiungere la 2a e 3a termica
  • Termica in biposto

De-briefing

 

Normativa:

Il corso è aggiornato e disciplinato dalle seguenti normative:

• Legge 106 del 25 marzo 1985; 


• Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Decreto 22 novembre 2010 Caratteristiche degli apparecchi per il volo da diporto o sportivo di cui all'allegato tecnico alla legge 25 marzo 1985, n. 106; 


• Decreto del Presidente della Repubblica del 9 Luglio 2010 n° 133; 


• Regolamento Tecnico-Operativo-Didattico AeCI per il Volo da Diporto o Sportivo con apparecchi privi di motore (VDS/VL) approvato dal Ministro delle Inftrastrutture e Trasporti con decreto prot. 247 del 15 luglio 2015.
 

Ground Handling

Rivolto a:

Piloti in possesso di attestato AeCi ed assicurazione in corso di validità 

Descrizione:

Un buon volo parte con un buon decollo.

Corso pratico di controllo della vela a terra, principalmente incentrato sull'esecuzione di una serie di esercizi e giochi sia in campetto che in decolli di diversa tipologia e caratterizzati da varie intensità di vento mirato ad ottenere un perfetto controllo del mezzo per decollare in massima sicurezza e poter affrontare voli in dinamica su piccoli costoni o dune con continui stacchi ed atterraggi.

Numero partecipanti:

1 pilota

Durata:

Le lezioni durano 2 ore ciascuna ed il loro numero varia a seconda dell'esigenze del pilota.

Dove:

L'attività addestrativa viene svolta sui nostri campetti e decolli.

Attrezzatura:

L’attrezzatura di volo utilizzata deve essere accompagnata da omologazione e certificato di revisione qualora abbia superato le 100h di volo. La scuola tuttavia mette a disposizione l'attrezzatura per le prime giornate di lezione, così da non rischiare di rovinare la propria.

Vista l’esigenza di immediata interazione tra Istruttore ed allievo, l’uso della radio (VHF o LPD/PMR) fornita di auricolare è obbligatorio.

Programma:

Affinamento sensibilità in gonfiaggi,
decolli fronte e rovescio, con qualsiasi intensità di vento e tipo di pendenza, in massima sicurezza. 
gestione vela con elevatori,
giochi con l'ala: corse laterali, risalite di pendenze, arrampicata su ostacoli.
 

Normativa:

Il corso è aggiornato e disciplinato dalle seguenti normative:

• Legge 106 del 25 marzo 1985; 


• Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Decreto 22 novembre 2010 Caratteristiche degli apparecchi per il volo da diporto o sportivo di cui all'allegato tecnico alla legge 25 marzo 1985, n. 106; 


• Decreto del Presidente della Repubblica del 9 Luglio 2010 n° 133; 


• Regolamento Tecnico-Operativo-Didattico AeCI per il Volo da Diporto o Sportivo con apparecchi privi di motore (VDS/VL) approvato dal Ministro delle Inftrastrutture e Trasporti con decreto prot. 247 del 15 luglio 2015

Ripresa Voli

Rivolto a:

Piloti in possesso di attestato AeCi ma scaduto da più di un anno e non oltre i cinque.

Descrizione:

L'art. 11 comma 3 del nuovo regolamento didattico A.e.C.I. 2015 recita:

"La convalida degli attestati, la cui domanda arrivi presso l’Ae.C.I. dopo un anno dalla scadenza della certificazione di idoneità psicofisica, viene effettuata in base ai seguenti criteri:

 da 1 a 5 anni:

allegare alla domanda una dichiarazione rilasciata da una Scuola V.D.S. attestante la ripresa dell’attività di volo per ogni tipo di apparecchio per il quale si possiede l’abilitazione e, se posseduta l’abilitazione, biposto;" 

Il corso ha come obiettivo la verifica e l'eventuale ricondizionamento delle capacità necessarie e sufficienti ad effettuare un volo in totale sicurezza.

 

Numero partecipanti:

1 o più Piloti.

Durata:

  • 1 giornata se tutto l'iter riporti un esito positivo;
  • In caso di esito negativo, verrà intrapreso un cammino di ricondizionamento al volo.

Dove:

L'attività addestrativa viene svolta sui nostri campetti e decolli. 

Attrezzatura:

L’attrezzatura di volo utilizzata deve essere accompagnata da omologazione e certificato di revisione qualora abbia superato le 100h di volo.

Vista l’esigenza di immediata interazione tra Istruttore ed allievo, l’uso della radio (VHF o LPD/PMR) fornita di auricolare è obbligatorio.

Programma:

La ripresa voli prevede:

controllo dell'attrezzatura di volo, stato usura, verifica revisioni periodiche, controllo data ripiegamento emergenza;

giornate di pratica in campetto per verificare il grado di allenamento e preparazione al controllo vela;

giornata di volo radio-assistita per verificare il grado di allenamento e preparazione al decollo, atterraggio e , se possibile, al veleggiamento.

Normativa:

l corso è aggiornato e disciplinato dalle seguenti normative:

• Legge 106 del 25 marzo 1985; 


• Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Decreto 22 novembre 2010 Caratteristiche degli apparecchi per il volo da diporto o sportivo di cui all'allegato tecnico alla legge 25 marzo 1985, n. 106; 


• Decreto del Presidente della Repubblica del 9 Luglio 2010 n° 133; 


 Regolamento Tecnico-Operativo-Didattico AeCI per il Volo da Diporto o Sportivo con apparecchi privi di motore (VDS/VL) approvato dal Ministro delle Inftrastrutture e Trasporti con decreto prot. 247 del 15 luglio 2015

Agonistica

Rivolto a:

Piloti in possesso di attestato AeCi ed assicurazione in corso di validità, con spirito competitivo e/o voglia di confrontare le proprie prestazioni con altri piloti.

Descrizione:

La competizione è senza dubbio uno ottimo esercizio per migliorare le nostre capacità di volo. Effettuare percorsi prestabiliti in luoghi spesso a noi non usuali, ci dà la possibilità di osare traiettorie e strategie che in normale volo non andremmo a tentare, ed il continuo confronto con altri piloti ce ne dà un riscontro immediato. Piloti competitori esperti del nostro Team, ai vertici delle classifiche nazionali, ti guidano alla scoperta dei segreti di questo affascinante mondo.

Numero partecipanti:

Minimo 3, massimo 6 piloti. 

Su richiesta si possono organizzare lezioni individuali.

Durata:

1 giorno di verifica del grado di preparazione. 

6 giornate di competizione del Campionato Regionale e Nazionale.

Dove:

L'attività addestrativa viene svolta in aula e sui campi gara.

Attrezzatura:

L’attrezzatura di volo utilizzata deve essere accompagnata da omologazione e certificato di revisione qualora abbia superato le 100h di volo.

Vista l’esigenza di immediata interazione tra Istruttore ed allievo, l’uso della radio (VHF o LPD/PMR) fornita di auricolare è obbligatorio.

Programma:

Il corso prevede la partecipazione pratica a 6 reali eventi di competizione di Cross Country scelti all'interno del calendario gare sia Nazionale che Regionale. In ogni evento di competizione i partecipanti saranno assistiti via radio dall'istruttore in  volo. Alle giornate di pratica saranno affiancate lezioni teoriche pre-gara su tecnica e tattica in competizione, sulla predisposizione della attrezzatura e strumentazione, sulla valutazione meteo, dei temi di gara assegnati e del campo di svolgimento gara e da de-breafing per l'analisi della task conclusa, delle difficoltà incontrate e degli errori commessi.
 

Normativa:

Il corso è aggiornato e disciplinato dalle seguenti normative:

• Legge 106 del 25 marzo 1985; 


• Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Decreto 22 novembre 2010 Caratteristiche degli apparecchi per il volo da diporto o sportivo di cui all'allegato tecnico alla legge 25 marzo 1985, n. 106; 


• Decreto del Presidente della Repubblica del 9 Luglio 2010 n° 133; 


• Regolamento Tecnico-Operativo-Didattico AeCI per il Volo da Diporto o Sportivo con apparecchi privi di motore (VDS/VL) approvato dal Ministro delle Inftrastrutture e Trasporti con decreto prot. 247 del 15 luglio 2015.

VOLO ACCOMPAGNATO-Stages

apexcoursestageI piloti che vorrano più semplicemente disporre di una guida per conoscere meglio in volo particolari aree del nostro territorio, o approfondire alcune singole tematiche del volo in Termica o di Cross Country, potranno partecipare agli stages avanzati condotti dai nostri istruttori.

Questi si incaricheranno di condurvi in qualche "passeggiata" in sicurezza, senza disdegnare eventuali discussioni tecniche.

Gli stages si svolgeranno in alcune delle più note aree di volo dell’Appennino o delle Alpi.

I partecipanti saranno accompagnati nell’affrontare voli nelle splendide cornice del Gran Sasso, del Terminillo, dei Monti Lepini, dell'Appennino Umbro-Marchigiano e del Matese, o nell'affrontare classiche e panoramiche vie di XC.

Il corso si rivolge a Piloti con brevetto AeCi, tessera Fivl ed assicurazione personale RTC in corso di validità.

 

 

 

 

DURATA:

1 giornata

 

Su richiesta è possibile anche considerare la tariffa oraria della giornata di volo.

 

 

NUMERO MINIMO:

 

Lezioni di gruppo: massimo 5 piloti ad istruttore

 

Su richiesta è possibile anche organizzare corsi individuali

 

 

 

 

ATTREZZATURA:

 

 

L’attrezzatura di volo utilizzata deve essere accompagnata da omologazione e certificato di revisione qualora abbia superato le 100h di volo.

 

 

 

Vista l’esigenza di immediata interazione tra Istruttore ed allievo, l’uso della radio (VHF o LPD/PMR) fornito di parlascolta è obbligatorio.